Sanzioni alla Russia: tanti considerano sanzioni atto anomalo, anche l’Italia.

Sanzioni alla Russia: tanti considerano sanzioni atto anomalo, anche l’Italia.

Lavrov, ministro degli esteri russo: tanti considerano sanzioni atto anomalo, anche l’Italia.
“Ci sono diversi Paesi come l’Italia che considerano le sanzioni un atto anomalo e gliene siamo grati. Sta a loro però prendere le decisioni e fare il primo passo”, ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.
Secondo gli esperti del Comitato orientale dell’economia tedesca, il danno totale causato da tutte le sanzioni è di circa $100 miliardi al momento. I produttori agricoli italiani hanno stimato di aver perso da soli 3 miliardi di euro a causa della mancata esportazione di prodotti agricoli dall’Italia verso la Russia
Anche un il senatore statunitense del Partito repubblicano Rand Paul sta cercando di convincere i suoi colleghi al Senato della necessità di revocare le sanzioni contro la Russia e di beneficiare della cooperazione con Mosca. Lo riferisce Bloomberg. Paul ha pure criticato la decisione di Donald Trump di abbandonare il trattato INF con la Russia, malgrado i suoi colleghi di partito hanno preparato il terreno per questa decisione da oltre un anno.
Ma Mosca non intende supplicare i paesi occidentali affinché aboliscano le sanzioni anti-russe, ha affermato Sergey Lavrov.
“Trattiamo le sanzioni come una decisione assolutamente politicizzata, come una decisione che nel caso degli abitanti della Crimea li punisce per il loro libero arbitrio. Questa è una grave violazione delle convenzioni e delle alleanze sui diritti umani. Penso che dei giuristi possano facilmente dimostrarlo…
(estratto da Sputnik)
www.russiaaffari.blog
info@consultpartners.org


Cerca con una parola

Archivi

Categorie