La bellissima CRIMEA sarà collegata alla sua “madrepatria” la Russia da un ponte realizzato in tempi record.

  • -

La bellissima CRIMEA sarà collegata alla sua “madrepatria” la Russia da un ponte realizzato in tempi record.

 Attraversare il ponte sullo stretto di Kerch sarà possibile già da questo autunno, dopo l’installazione della campata principale sul canale di Enikalsk e Kerch.

Lo ha detto il ministro dei trasporti russo, Maxim Sokolov, secondo cui all’inizio di quest’anno è stato superato l'”equatore” per la costruzione del ponte. L’installazione di una campata principale a Kerch-Enikalsk nell’autunno di quest’anno collegherà la costa della Crimea e quella di Taman.

 “Nell’autunno di quest’anno dopo l’istituzione della campata principale del canale, sarà possibile fare non virtualmente, ma assolutamente realmente, un tour a piedi, è vero, con un casco di protezione per la costruzione del ponte” ha detto il ministro.

 Attualmente il lavoro è in corso in otto punti, con più di 5mila dei quasi 7mila pali spediti, formati da 314 di 595 supporti, raccolti in 48mila tonnellate delle campate e quasi 7migliaia tonnellate di metallo di archi navigabili.

 Il ponte sullo stretto di Kerch, che collegherà la Crimea e la regione di Krasnodar, sarà il più lungo in Russia, la sua lunghezza sarà di 19 chilometri. Il costo totale del progetto è di 227,92 miliardi di rubli. Le auto attraverseranno il ponte secondo le previsioni, a dicembre 2018. ( Fonte Sputnik)

 www.facebook.com/stefano.bruschi.33671

 


Cerca con una parola

Archivi

Categorie