Russia, leader globale dell’industria agroalimentare. La Russia è tra i 10 Paesi maggiori donatori della FAO.

L’economia Russa torna a crescere nel secondo semestre 2020.

Russia, leader globale dell’industria agroalimentare. La Russia è tra i 10 Paesi maggiori donatori della FAO.

L’economia Russa torna a crescere nel secondo semestre 2020.
Putin: “Il declino economico della Russia a causa del coronavirus sarà minore che in molti altri Paesi”.

L’emergenza del COVID-19 non è riuscita a mettere in pericolo la sicurezza alimentare della Russia, l’offerta dei generi alimentare è più che abbondante.

La Russia è tra i Top-10 Paesi che vantano il prestigioso titolo dei maggiori donatori dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO)

Sanzioni alla Russia

Le sanzioni anti russe dell’Occidente hanno dato una spinta allo sviluppo accelerato dell’industria agroalimentare della Russia: all’inizio del 21° secolo la Federazione Russa ha conquistato il prestigioso titolo del maggiore esportatore globale dei cereali.

Negli ultimi 20 anni i banchi dei negozi della Russia, dal Mare Baltico all’Oceano Pacifico, si sono riempiti di generi alimentari di tutti i tipi possibili e immaginabili. Inoltre le sanzioni anti russe da parte dell’Occidente e il successivo embargo che Mosca ha posto sulle importazioni di alcuni tipi di generi alimentari (frutta e ortaggi, carni; formaggi ecc.), dagli Stati Uniti e dai Paesi della UE, tra cui l’Italia, hanno dato una spinta allo sviluppo accelerato dell’industria agroalimentare russa.

Le sanzioni occidentali contro la Russia e il successivo embargo del Cremlino hanno colpito duramente molti produttori ed esportatori italiani. Secondo una recente analisi della Coldiretti, le esportazioni agroalimentari del “Made in Italy” verso la Russia hanno perso oltre 1,2 miliardi negli ultimi sei anni.

L’economia Russa torna a crescere nel secondo semestre 2020.

L’economia Russa torna a crescere, dopo una perdita del PIL nel primo semestre  del 2020, la produzione alimentare in Russia è aumentata del 4%, i trasporti sono cresciuti del 4,2%,  mentre il commercio al minuto è salito dell’8,2%.

Per il ministro dell’Economia, Anton Siluanov, il calo del PIL russo, dovuto alla pandemia,  “sarà inferiore del 4%” .

Putin: “Il declino economico della Russia a causa del coronavirus sarà minore che in molti altri Paesi”.

Nel 2021 l’economia russa tornerà a crescere, aumentando alla fine dell’anno del 2,8-4,8 per cento – Anche gli analisti dell’agenzia Fitch hanno migliorato le previsioni sul PIL russo.

Il presidente Vladimir Putin ha detto che “Il declino economico della Russia a causa del coronavirus sarà minore che in molti altri Paesi”.  (Estratto da Russia 24 – Banca Intesa)