La nuova strategia per il business nell’entità statale più vasta al mondo: una distribuzione diretta nel mercato Russo/Eurasia con la propria azienda Russa

La nuova strategia per le imprese italiane in Russia

La nuova strategia per il business nell’entità statale più vasta al mondo: una distribuzione diretta nel mercato Russo/Eurasia con la propria azienda Russa

Una proposta unica di Consulenti & Partners, uno fra i maggiori esperti del mercato dell’area russa con quasi 20 anni di presenza costante sul posto.

La distribuzione diretta nel mercato di Eurasia tramite una propria azienda, società giuridica costituita in Russia.

Questa è la nuova strategia per il business in Russia/Eurasia messa a punto dall’organizzazione di Mosca di Consulenti & Partners per le PMI italiane.

E’ rivolta anche alle piccole imprese con una visione strategica dell’export verso l’entità statale più vasta al mondo e le nazioni limitrofe.

La proposta rivolta agli imprenditori di ogni settore, prevede:

• Attivazione di una società giuridica russa, con domiciliazione presso la sede di C&P Mosca.
• Disponibilità di magazzinaggio per un iniziale piccolo stoccaggio, gestione vendite e consegne dal magazzino di Mosca
• Gestione amministrativa/contabile, direzione generale.
• Ricerca clienti, presentazione, promozione e sviluppo commerciale nel target di riferimento e in ogni area di mercato Eurasia
• Importazione, sdoganamento e certificazione prodotti.
• Post vendita e problem solving
• Gestione fatturazione e pagamenti
• Sito internet di base in russo.
• Sito e-commerce se necessario e/o richiesto
• Sistema modulare di crescita Step by Step

Con un costo dell’operazione,  che prevede un anno di prova, alla portata di ogni azienda.  E’ previsto un anno di prova con l’erogazione di un FEE iniziale dilazionato nel tempo con un  pacchetto tutto compreso e gestione per un anno di prova + un compenso variabile sulle vendite.

Questa è  ad oggi la migliore opportunità per un business immediato, di grande impatto, con una propria società di distribuzione diretta che prevede un sistema di crescita modulare – Step by Step –

Viene ricordato però che l’accettazione di una partnership sarà subordinata al giudizio degli esperti dell’organizzazione Consulenti & Partners, in virtù del prodotto proposto, valutazioni sul rischio e possibilità di mercato.

Perché una distribuzione diretta con una società giuridica russa della stessa proprietà o affine all’impresa italiana interessata?

1. Perché la vendita con consegna dal magazzino di Mosca toglie al compratore il grande problema dell’importazione.
2. Perché le vendite possono essere fatte a 360°: distributori, grossisti, grandi e medi utilizzatori finali, e-commerce, ecc. con strategie diverse decise in loco.
3. Perché una società giuridica locale offre le maggiori garanzie quando il prodotto è pagato anticipato e tutela l’azienda qualora siano concordati pagamenti posticipati.
4. Perché la politica commerciale la decide direttamente l’azienda, non è soggetta ad intermediari e il prezzo sarà più competitivo.
5. Perché la vendita iniziale avviene fra aziende della stessa proprietà o affini e le plusvalenze saranno gestite liberamente dopo la tassazione che in Russia è fra le più basse.
6. Perché l’espansione di una azienda nei mercati più importanti richiederebbe grandi impegni economici con un elevato rischio: noi vi offriamo un impatto economico iniziale basso e un rischio minimizzato.

Perché con l’organizzazione di Consulenti & partners?

• Perché C&P si assume il ruolo dell’azienda stessa sul posto gestendo e operando come farebbe l’imprenditore italiano col medesimo interesse e determinazione al successo.
• Perché  C&P è tra i più esperti operatori nel mercato dell’Area Russa, con quasi 20 anni di presenza ed operatività sul posto, con ampie referenze controllabili e con introduzione nei prodotti più vari e varie aziende gestite negli anni.
• Perché al proprio interno  C&P ha collaboratori con tutte le  competenze necessarie per questo mercato e nulla viene appaltato o demandato all’esterno dell’organizzazione.

Inoltre:

• Perché il personale e la direzione parla russo e Italiano e dialogano nelle stesse lingue madri dei soggetti interessati.
• Perché la formazione storica di C&P è imprenditoriale, professionale e fiduciaria a garanzia del rispetto della regolarità operativa e della riservatezza.

Gli imprenditori interessati  allo sviluppo della propria impresa soprattutto in questo particolare momento,  non dovrebbero aspettare oltre per attivarsi.

Possono contattare l’amministratore di Consulenti & Partners per mettere a punto da subito una nuova strategia di intervento nell’entità statale più vasta al mondo, dove è possibile operare anche in questo particolare momento di blocco internazionale.

Il CeO di C&P si relazionerà direttamente con gli imprenditori interessati per sviluppare la migliore proposta e le migliori condizioni in relazione al prodotto proposto.

Per contattare Consulenti & Partners: info@consultpartners.org

Oppure tramite la segreteria internazionale di Milano: 02 87348028 lasciando i recapiti, un sito dove sia vedere qual è l’attività/prodotto e l’orario in cui si vuole  essere richiamato dall’amministratore del nostro gruppo a Mosca.

 


L’economia russa resiste alla crisi, causata dal coronavirus, e si prepara a ripartire

L’economia russa resiste alla crisi. Maxi piano per la ripresa economica. Il rublo si rafforza…

L’economia russa resiste alla crisi  da coronavirus e riparte.

Dopo il drammatico calo del mese di aprile nel maggio 2020 la recessione ha rallentato il passo.

Aumentano le spese dei russi: a maggio 2020 lo scontrino medio per gli acquisti di beni di prima necessità nei supermercati  è cresciuto del 15% rispetto all’anno scorso –

A maggio, tra le  categorie di beni di consumo la Russia ha registrato un’impennata della domanda di materiali da riparazione e da costruzione, e di attrezzature sportive  per il work-out casalingo.

Nel periodo giugno-luglio, ci sarà un aumento significativo del fatturato per abbigliamento, calzature e accessori.

Maxi piano per la ripresa economica in Russia.

l governo della Russia ha presentato un maxi piano per la ripresa economica del Paese.

Il programma è suddiviso in nove sezioni e comprende circa 500 attività.

L’obiettivo principale del programma è quello di aumentare i redditi reali della popolazione, ridurre la disoccupazione.

Oltre a garantire una crescita economica sostenibile tramite tecnologie moderne e di nuove opportunità nel mercato del lavoro.

Il rublo  si rafforza e sfida  il tandem dollaro-euro.

l rublo nonostante tutto si sta rafforzando rispetto al dollaro e all’euro.

Dopo una serie di drammatici cali in marzo,  la moneta russa si è rafforzata nel mese di giugno scendendo a quota 68,3 rubli per dollaro e a 76,6 per euro.

La pandemia non riesce a ostacolare la cooperazione  tra l’Italia e la Russia

Fondazione “RK-Investizii” e Banca Intesa Russia, l’istituto leader per i finanziamenti delle piccole e medie imprese in Russia, svilupperanno in maniera congiunta dei progetti regionali –

Banca Intesa Russia tra le prime ha aderito al programma del Governo di Mosca che prevede l’erogazione dei crediti agevolati alle Pmi.

(Fonte Banca Intesa Russia 24)

 


Per il vostro business nel mercato russo una proposta unica nel suo genere

Per il vostro business nel mercato russo/Eurasia una proposta unica nel suo genere

La nostra organizzazione offre l’unico reale e pratico supporto, tramite il nostro esclusivo servizio d’introduzione nel mercato dell’area russa, studiato a misura e a basso impatto economico.  Alla portata anche della più piccola impresa.

La nostra partnership per il mercato dell’area russa prevede una prova d’introduzione di 18 mesi durante i quali noi saremo il vostro ufficio di Mosca, promuoveremo la vostra azienda, vi presenteremo ai vostri potenziali clienti in tutta la Federazione Russa e gli altri mercati Eurasia.

Gestiremo le vendite e il vostro sviluppo in tutta l’area Russa e nazioni limitrofe.

Gestiremo ordini, transazioni, ogni fase amministrativa, trasporti, sdoganamenti, certificazione, garanzie, post vendita, problem solving, ecc.

Una grande opportunità per dare visibilità alla vostra impresa nell’entità statale più vasta al mondo. Una concreta possibilità di sviluppo del vostro business.

Perché una partnership, per i vostri affari in Russia/Eurasia, con la nostra organizzazione?

Noi siamo imprenditori come lo sono i titolari delle imprese italiane che si rivolgono a noi per il mercato russo e parliamo quindi la stessa lingua concreta,  quella della ricerca di opportunità di mercato, di fatturati e di reddito. 
Noi non proponiamo le solite “missioni”, approcci e ricerche inutili, interventi spot, servizi temporanei, azioni a distanza.

Noi saremo VOI nel mercato dell’Area Russa, il vostro ufficio di Mosca, noi ci assumiamo il ruolo della vostra impresa, ovvero noi diventiamo l’azienda stessa che opera nel mercato Russo.

La nostra proposta unica nel suo genere, che solo la nostra organizzazione è in grado di offrirvi avendo al proprio interno, alla sede di Mosca, ogni competenza,  che prevede:

18 mesi di prova per l’introduzione, l’ampliamento e la gestione del mercato russo e nazioni limitrofe: non è possibile fare una seria azione nel mercato dell’Area Russa per periodi inferiori data la vastità del territorio e le aree da coprire.

Una project manager che parla italiano dedicata alla vostra azienda  che dalla nostra sede di Mosca opera per realizzare il vostro mercato in Russia/Eurasia.

Un ufficio marketing per la promozione e la presentazione a largo raggio della vostra azienda e produzione in tutta l’area russofona.

Noi gestiremo direttamente: trasporti e sdoganamenti, certificazioni, transazioni valutarie, gestioni commerciali, gestioni amministrative, marketing, garanzie, problem solving e……. molto altro ancora.

Una direzione italiana di tutta l’organizzazione con una competenza “assoluta” nel mercato russo  data dalla costante presenza a Mosca da oltre 17 anni,  ed una esperienza di oltre 30 anni nella direzione e servizi alle imprese. 

Richiedeteci informazioni dettagliate e una visita di approfondimento presso la vostra sede, per anno nuovo,  quando l’amministratore di C&P sarà in Italia.


WWW.CONSULTPARTNERS.ORG   
 
WWW.RUSSIAAFFARI.BLOG 

La nostra segreteria internazionale dall’Italia:  02 87348028  

Per informazioni via mail:   info@consultpartners.org   


mercato Eurasia, CEE

Anche le piccole imprese italiane possono permettersi una partnership per il mercato russo/Eurasia

Consulenti & Partners – Sede delle aziende italiane a Mosca
L’unica organizzazione strutturata che supporta le PMI italiane nel mercato russo/Eurasia

CON LA NOSTRA PARTNERSHIP A BASSO IMPATTO ECONOMICO ANCHE LE PICCOLE IMPRESE ITALIANE POSSONO PERMETTERSI DI APPROCCIARE IL MERCATO DELL’AREA RUSSA.

Un intervento specializzato che solo noi siamo in grado di offrire avendo al nostro interno tutte le competenze per affrontare questo mercato con le più ampie probabilità di successo.

Partnership per il vostro inserimento e sviluppo come vostra sede/ufficio a Mosca, una nostra esclusiva proposta a basso impatto economico, mirata per la piccola impresa italiana.

Vi offriamo una prova d’introduzione nel mercato di tutta l’area russa con la nostra partnership per 18 mesi.

Una nostra project manager che si occuperà della vostra azienda e del vostro prodotto dalla sede di Mosca e che potrà essere in contatto diretto con voi.
La presentazione della vostra azienda e prodotto agli interlocutori del vostro target di mercato un tutta l’area ad influenza Russa.
La gestione e lo sviluppo del mercato in ogni area della Federazione Russa e le altre nazioni di Eurasia.
La nostra organizzazione a Mosca sarà il vostro ufficio/sede/filiale in Russia, un vostro referente diretto per il mercato.

la nostra organizzazione come vostro ufficio di Mosca offrirà maggiori garanzie ai compratori che, come di prassi, pagano le merci anticipatamente necessitando quindi di un referente qualificato sul posto per ogni evenienza.

AL NOSTRO INTERNO OGNI COMPETENZA E PERSONALE SPECIALIZZATO PER GESTIRE DIRETTAMENTE:
trasporti e sdoganamenti, certificazioni, transazioni valutarie, gestioni commerciali, gestioni amministrative, marketing, garanzie, problem solving.
Costituzione societarie, con domiciliazione, amministrazione e direzione.
Apertura attività commerciali e acquisizione portafogli clienti.
Apertura attività produttive con gestione e controllo amministrativo e operativo.

Un’occasione unica nel suo genere per approcciare il mercato dell’Area Russa con un basso impatto economico e con a migliore partnership in area. info@consultpartners.org     www.consultpartners.org


le piccole imprese italiane che provano ad inserirsi e fare business in Russia

Banca Mondiale segnala crescita economica da record in Russia. – La Russia è entrata nella top ten dei paesi europei “di investimento” – Molte le piccole imprese italiane che ci “provano” in Russia. – Il 2020 sarà proclamato Anno dell’imprenditorialità in Russia.

  • Nel report della Banca Mondiale “Perspettive dell’economia mondiale: crescita delle tensioni, calo degli investimenti”. E segnala una crescita dell’economia russa da record nel 2018.

Secondo il report l’anno scorso la Russia ha raggiunto il record degli ultimi 6 anni, con una crescita economica del 2,3%.

La crescita è stata immune a fattori negativi come il rafforzamento delle sanzioni e la pressione del mercato finanziario mondiale.

  • La Russia è entrata nei primi 10 paesi che guidano il numero di progetti di investimenti esteri diretti (IED) in Europa. A proposito di questo giornale “Izvestia” con riferimento alla società di audit e studio “Studio di attrattività degli investimenti dei paesi europei” EY.

Come notato , entro la fine del 2018, la Russia si è classificata al nono posto nella classifica e gli investitori stranieri hanno investito in 211 progetti russi.

La maggior parte di tutti i progetti di investimento diretti in Russia sono stati ricevuti da società americane e da società provenienti da Germania, Cina e Francia.

Il leader era il settore agroalimentare (32 progetti), seguito dalla produzione di macchinari e attrezzature (29 progetti), prodotti chimici (19 progetti), plastica (21 progetti).

  • E sono un buon numero le piccole imprese italiane che provano ad inserirsi e fare business in Russia con l’intenzione anche di attivare società proprie e partnership con imprese e distributori russi.

Sembra che le piccole aziende italiane abbiano maggiore vivacità di quelle più dimensionate, e a differenza di queste ultime hanno smesso di piangersi addosso e si sono rimboccate le maniche alla ricerca di nuovi sbocchi.

La Russia e la EAEC sembrano essere i mercati più appetibili per questi piccoli ma determinati imprenditori che producono nei settori più disparati: macchinari per alimenti, impianti, accessori, componentistica meccanica, macchinari e componenti elettrici, Pet Food, imballaggi speciali, integratori, ecc., hanno intrapreso il loro cammino verso un’area di mercato, Russia-Eurasia, vicina e in sviluppo, grazie anche al supporto di una delle più consolidate società di consulenza con presenza ultradecennale a Mosca, che permette loro di approcciare il mercato con una proposta a basso impatto economico.

  • L’anno dell’imprenditorialità in Russia si terrà nel 2020 nell’ambito del progetto nazionale “Piccole e medie imprese e sostegno alle singole iniziative”. Il presidente russo, Vladimir Putin, che sostiene sempre attivamente lo sviluppo di iniziative imprenditoriali private nel Paese, firmerà a breve il decreto “L’anno dell’imprenditorialità nella Federazione Russa”.

Secondo il Cremlino, “questo evento permetterà di svolgere un lavoro sistematico per promuovere l’imprenditorialità e dare impulso alla promozione attiva delle imprese sui mercati esteri. “Il popolo russo non vuole più sentire da noi delle promesse astratte, la gente non vuole più ascoltare programmi e progetti, né ammirare i grafici che accompagnano tutti questi documenti. La gente esige dei risultati concreti, e subito.

(Estratti da: Sputnik; Banca Intesa; russiaaffari.blog; C&P)

 


IL VOSTRO BUSINESS IN RUSSIA CON LA NOSTRA PARTNERSHIP

CON LA NOSTRA PARTNERSHIP PER AFFRONTARE QUESTO ENORME MERCATO. UN’OPPORTUNITA’ PER UN’AZIONE MIRATA NEL VOSTRO TARGET DI MERCATO DELL’AREA RUSSA.

Meccanica – Semilavorati – Moda e Accessori – Agroalimentare e bevande – Arredamento e edilizia – Mezzi di trasporto – Chimica e Farmaceutica – Macchianari, Impianti, Attrezzature, Contract ecc.
Ma anche per produrre in loco, attivare una vostra azienda, una vostra società, una partnership produttiva, una vostra iniziativa di business…..

Consulenti & Partners da 17 anni presente a Mosca con una struttura storica e proprie attività di successo, vi propone una partnership per la vostra prova d’introduzione e il vostro business nel mercato russo:
• 18 mesi di prova con una project manager dedicata che opera per voi dalla nostra sede di Mosca.
• Presentazione e promozione della vostra azienda/prodotto nel giusto target di mercato e in ogni area della Federazione Russa e nazioni russofone.
• Gestione e sviluppo del mercato con continua ricerca di nuovi clienti.
• Assistenza diretta per trasporti, sdoganamenti, certificazioni.
• Gestione pagamenti e transazioni in valuta internazionale.
• Problem solving, garanzie post vendita.

AL NOSTRO INTERNO OGNI COMPETENZA E PERSONALE SPECIALIZZATO PER GESTIRE IN PROPRIO: trasporti e sdoganamenti, certificazioni, transazioni valutarie, gestioni commerciali, gestioni amministrative, marketing, garanzie, problem solving e molto altro ancora. Una direzione italiana di tutta l’organizzazione con 22 addetti nelle varie aree, una competenza assoluta nel mercato russo data dalla costante presenza in Russia di oltre 17 anni ed una esperienza di oltre 30 anni nella direzione e servizi alle imprese. I costi e i rischi di questa partnership sono a carico di Consulenti & Partners perché vi richiederemo soltanto: una Royalties sul fatturato incassato e un fee iniziale di adesione alla portata anche della più piccola azienda.

www.consultpartners.org
info@consultpartners.org

007 495 3479292 Segreteria di Milano: 02 87348028


Consulenti & Partners da oltre 16 anni presenti a Mosca con una struttura storica e proprie attività di successo. La nostra proposta per la vostra introduzione nel mercato russo:

Per il vostro business nel mercato russo, una proposta unica nel suo genere per ogni piccola e media impresa: un’occasione da non perdere

Consulenti & Partners da oltre 16 anni presenti a Mosca con una struttura storica e proprie attività di successo. La nostra proposta per la vostra introduzione nel mercato russo:

  • 18 mesi di prova con una project manager dedicata che opera per voi dalla nostra sede di Mosca.
  • Presentazione e promozione della vostra azienda/prodotto nel giusto target di mercato e in ogni area della Federazione Russa e nazioni russofone.

( E’ previsto un vostro intervento in Russia, di due giornate lavorative, per incontrare le più importanti aziende interessate al vostro prodotto/servizio )

  • Gestione e sviluppo del mercato con continua ricerca di nuovi clienti.
  • Assistenza diretta per trasporti, sdoganamenti, certificazioni.
  • Gestione pagamenti e transazioni in valuta internazionale.
  • Problem solving, garanzie post vendita.
  • Agiremo come vostra sede di Mosca, come ufficio diretto della vostra azienda offrendo il più ampio supporto per ogni necessità sia vostra che dei vostri interlocutori.
  • Una proposta, a basso rischio e un costo alla portata anche della più piccola aziende.

UNA PROPOSTA CHE SOLO NOI POSSIAMO FARE AVENDO AL NOSTRO INTERNO OGNI COMPETENZA E PERSONALE SPECIALIZZATO

Noi gestiremo direttamente: trasporti e sdoganamenti, certificazioni, transazioni valutarie, gestioni commerciali, gestioni amministrative, marketing, garanzie, problem solving e molto altro ancora.

Una direzione italiana di tutta l’organizzazione con oltre 20 addetti nelle varie aree, una competenza assoluta nel mercato russo data dalla costante presenza in Russia di oltre 17 anni ed una esperienza di oltre 30 anni nella direzione e servizi alle imprese.

www.consultpartners.org      www.russiaaffari.blog

Per contattarci dall’Italia: 02 87348028 tramite la nostra segreteria internazionale

Consulenti & Partners Ul. Bratislavskaya, 26 — 109469 Moscow – Russia Tel. 007 495 3471461– 007 495 3471462– 007 495 3479292

Consulenti & Partners Corso San Gottardo — 6830 Chiasso – Svizzera

Richiedi informazioni via mail:  info@consultpartners.org

www.facebook.com/stefano.bruschi.33671

www.linkedin.com/in/stefano-bruschi-12952140/

www.russiaaffari.blogspot.it

www.russiaaffari.myblog.it/

www.russiaaffari.blog


Sanzioni, Business, Interessi: il balletto dell’ipocrisia europea.

 Il volume delle esportazioni dall’UE alla Russia è diminuito di 30 miliardi di euro dopo l’introduzione delle sanzioni. Ne parla il quotidiano tedesco Die Welt.

Secondo un’indagine commissionata dal Parlamento europeo all’istituto austriaco Wifo, specializzato nella ricerca economica, le sanzioni europee contro la Russia sono costate all’Unione Europea 30 miliardi di euro.

“Il fardello più pesante — 11,1 miliardi di euro in negativo — grava sulle spalle della Germania. Tocca poi a Polonia, Gran Bretagna e Francia”, afferma la pubblicazione.

La situazione cambia se si considerano le percentuali sul totale delle esportazioni europee. Per esempio, Cipro ha perso un terzo delle sue esportazioni verso la Russia. Le sanzioni hanno altresì danneggiato la Grecia (meno 23%) e la Croazia (21%). La Germania ha ridotto le sue esportazioni del 13,4% rispetto al livello pre-sanzioni.

“Questi risultati sorprendono anche perché l’idea di mettere in difficoltà la Russia con l’aiuto delle sanzioni sembra non aver funzionato. Dopo qualche problema all’inizio, l’economia russa si sta riprendendo. Bloomberg stima che quest’anno e l’anno prossimo l’economia può crescere dell’1,7%”, sottolinea l’articolo.

La pubblicazione spiega che, in generale,la Russia ha notevolmente ridotto la sua dipendenza dall’Occidente. La Banca centrale russa, piuttosto che fare affidamento esclusivamente sul dollaro, ha iniziato a comprare anche l’oro.

Molto presto il paese potrà tornare nella lista degli stati con una valutazione positiva degli investimenti.

“Mosca riceverà presto un rating positivo: è solo una questione di tempo… Gli investitori sono già pronti a prestare denaro alla Russia. In estate, quando la relazione tra Mosca e Washington hanno toccato il fondo, Mosca si è assicurata 3 miliardi di dollari sui mercati finanziari”, rileva la pubblicazione, notando che nei mercati finanziari le sanzioni è come se non esistessero.

il presidente russo Vladimir Putin il 12 ottobre a Sochi incontrerà la comunità imprenditoriale della Germania, tra cui i rappresentanti di Siemens e Nord Stream. Lo ha reso noto l’assistente del presidente Yuri Ushakov.

“Il 12 ottobre a Sochi si terrà una riunione molto importante del nostro Presidente con i rappresentanti dei circoli d’affari tedeschi. Questo incontro è stato organizzato su iniziativa della Commissione economico orientale tedesco. Il presidente terrà anzitutto un discorso di apertura, seguirà quindi una discussione aperta”, ha detto Ushakov.

Egli ha aggiunto che alla riunione prenderanno parte venti rappresentanti delle grandi imprese tedesche presenti sul mercato russo, tra cui Linde, Bauer, Knauf, Siemens, Metro, Schaeffler, Wolffkran e Nord Stream.

Secondo Ushakov, la maggior parte della riunione sarà presieduta dai presidenti dei consigli d’amministrazione delle società tedesche. Siemens sarà rappresentato da Klaus Helmrich, membro del consiglio d’amministrazione.

Nel contempo poi  Mosca sta preparando una riunione dei ministri dell’Economia russa e francese, che si terrà a dicembre in Russia.

Lo ha detto ai giornalisti il vice ministro degli Esteri Aleksey Meshkov.  “A metà dicembre — ha spiegato — si terrà il cosiddetto CEFIC (consiglio russo-francese per questioni economiche, finanziarie, industriali e commerciali): questa è la nostra istituzione intergovernativa. Da parte nostra ci saranno il ministro dello Sviluppo Economico Maxim Oreshkin e il ministro dell’Economia”.

E ancora nonostante la deviazione del gasdotto per aggirare le acque danesi…… come affermato dal  direttore tecnico della società di costruzioni “Nord Stream 2 AG” Sergey Serdyukov ha parlato di un percorso alternativo per la costruzione del gasdotto. Lo segnala il giornale economico russo Vedomosti.

Il nuovo percorso aggirerà la Danimarca, in quanto le autorità danesi sono intenzionate a vietare la costruzione dell’infrastruttura nelle loro acque territoriali. Serdyukov ha affermato che il nuovo percorso del gasdotto non cambia praticamente la lunghezza del progetto originale. “La distanza non importa. Su una lunghezza complessiva di 1.200 chilometri, a chi può interessare una deviazione di qualche chilometro?”

Inoltre il direttore di Nord Stream 2 AG ha dichiarato che i principali appaltatori per la costruzione di Nord Stream 2 sono sicuri di partecipare al progetto, nonostante le sanzioni statunitensi imposte ad agosto.

A settembre il governo danese aveva proposto un decreto per bloccare la costruzione di Nord Stream-2 nel proprio territorio “per motivi di sicurezza e di opportunità di politica estera”.

“Nord Stream-2” è un gasdotto che unirà la Russia e la Germania passando sotto il Mar Baltico. Contro la sua attuazione si sono schierati alcuni Paesi dell’Europa orientale, l’Ucraina e gli Stati Uniti.

Ndr. Forse data l’ipocrisia generale non sarebbe meglio uscire “ufficialmente” dalle sanzioni USA contro la Russia visto che nessuno le vuole e che del “partner Russia” non se ne può fare a meno…. pena l’impoverimento di tutta l’Europa?

(estratto da alcuni articoli di Sputnik)

www.facebook.com/stefano.bruschi.33671
www.linkedin.com/in/stefano-bruschi-12952140/
www.russiaaffari.blogspot.it
www.russiaaffari.myblog.it/